giovedì 30 ottobre 2014

Medievista.it

Medivista.it è il sito di Ilaria Sabatini.
Il mio percorso universitario è iniziato nell’ambito della Filologia Neolatina sotto la guida del Professor Livio Petrucci (SNS). In seguito, per esigenze di tesi laurea ho scelto il trasferimento all’indirizzo Storico Medievale, essendo mia intenzione coniugare gli studi storici con gli studi filologici in cui mi sono formata. Allieva del professor Marco Tangheroni (Dir. Dip. Storia Medievale), nel marzo 2004 ho conseguito la laurea presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli studi Pisa, ottenendo la votazione di 110/110 e lode. Parallelamente al mio percorso universitario, sono stata responsabile del laboratorio di informatica per la didattica delle discipline umanistiche (P.I.A. Istituto comprensivo di Coreglia Antelminelli) e ho tenuto corsi di formazione agli insegnanti sulle applicazioni informatiche per le discipline umanistiche. Ottenuta l’ammissione al Dottorato di Ricerca in “Studi di Antichità Medioevo e Rinascimento” presso il SUM (entrato a far parte della Scuola Normale Superiore di Pisa), dal 2005 ho svolto la mia attività di ricerca, inerente la rappresentazione del Vicino Oriente nei diari di pellegrinaggio tardo medievali, con il coordinamento del professor Gherardo Ortalli (Università Cà Foscari di Venezia) e in collaborazione con Franco Cardini (Università degli studi di Firenze). Nel 2005 ho partecipato al progetto BDI (Biblioteca Digitale Italiana) – RICaBiM (Repertorio di Inventari e Cataloghi di Biblioteche Medievali). Nel 2007 ho fatto parte del PRIN Corpus italicarum peregrinationum (CIP). Nel 2009 ho discusso la mia tesi di dottorato sullOriente nell’odeporica cristiana medievaleAttualmente sono reasearch fellow presso SISMEL con il progetto ARVO (Archivio Digitale del Volto Santo). Spinta da una particolare curiosita  verso le digital humanities ho deciso di sperimentare l’uso dei social networks nel campo delle discipline storico-umanistiche attraverso la pagina Facebook Risorse digitali per umanisti (e il corrispondente gruppo). Il presente blog, medievista.it, rappresenta la naturale evoluzione del dialogo tra humanities e digital applications che da molti anni mi appassiona.
Visita il sito.

giovedì 23 ottobre 2014

La Compagnia della Stella

La COMPAGNIA DELLA STELLA è un'Associazione Culturale non-profit che si è costituita nel luglio del 2010 su iniziativa di un gruppo di Studiosi interessati ai molteplici aspetti del tema dei Re Magi.
Franco Cardini, Presidente Onorario della COMPAGNIA DELLA STELLA, oltre ad essere l'insigne Studioso di Storia Medievale a tutti noto, è anche il massimo esperto della Storia e delle Tradizioni collegate ai Re Magi e in questa veste è l'animatore e il punto di riferimento dell'Associazione Culturale.
Oltre allo studio e alla ricerca nel campo specifico dei Re Magi e nella vasta area delle loro dirette e indirette connessioni, la COMPAGNIA DELLA STELLA ha in animo la programmazione di conferenze, mostre di materiali iconografici, rassegne cinematografiche, reperimento di bibliografie e sitografie specifiche, gite a carattere storico-culturale, raccolta di libri e materiali vari legati ai Re Magi e, non ultima, la rievocazione storica della spettacolare Cavalcata dei Magi di Firenze, secondo ciò che nel XIV secolo gli illustri Patroni (o, come allora si diceva, Magnifici Signori; ovvero i Membri delle famiglie degli Strozzi prima, dei Medici poi) organizzarono: la Vera Grande Festa cittadina Tardo-Medievale e del Primo Rinascimento dell'Epifania.
Ciò che anima tutti coloro che collaborano alla realizzazione dei progetti della COMPAGNIA DELLA STELLA è una sorta di "pellegrinaggio culturale" che, prendendo avvio dai Magi e dalla loro Stella, ripercorrerà il loro cammino di saggezza, coinvolgendo persone colte, persone in grado di diffondere cultura, persone semplicemente interessate alla storia, alle arti ed alle tradizioni religiose e culturali, e persone attive nel mondo produttivo. Una passione ed una filosofia di vita che permetterà di ritrovare il piacere del Sapere e del Lavorare arricchendosi l'un l'altro e traendo serenità e nuova spinta verso l'Eccellenza per dar luogo ad un Moderno Rinascimento.

giovedì 16 ottobre 2014

Castello di Postignano

Il Castello di Postignano è un antico borgo medievale riportato alla vita da uno straordinario e meticoloso lavoro di restauro. 
Nel cuore dell'Umbria, non lontano da incantevoli borghi storici e tesori d'arte, nello scenario verde e incontaminato della Valnerina, troverete le sue 60 case raccolte attorno alla torre e alla piccola pieve affrescata.
Un luogo antico e affascinante da scoprire camminando per strade, scalinate e porticati, godendo del panorama e dei suoi scorci suggestivi.
Il borgo Castello di Postignano fu fondato tra il IX e il X secolo sul declivio di una collina lungo la strada che collegava Spoleto, Foligno, Norcia e Assisi. Il borgo aveva forma triangolare con in alto la torre di avvistamento. I costruttori furono i suoi stessi abitanti, contadini e artigiani. 
Foligno e Spoleto si contesero a lungo il suo possesso. tra il XIV e il XV secolo il borgo raggiunse una economia fiorente basata su agricoltura, taglio dei boschi e prodotti di acciaio e tessili. Agli inizi del XVIII secolo la sua popolazione cominciò ad abbandonarlo diminuendo progressivamente fino agli inizi del '900 quando i suoi abitanti emigrarono, soprattutto verso gli Stati Uniti.
Trascorrere qualche giorno a Castello di Postignano è un’occasione unica per rivivere ritmi e atmosfere di una volta: passeggiare alla scoperta del borgo o della natura circostante, fermarsi nella sua biblioteca, bere una tisana davanti al camino o gustare un buon vino umbro, sono un modo per concedersi un tuffo in un tempo passato e godere di una cordiale ospitalità di campagna.
Soggiornerete non in camere d'albergo, ma in 12 vere e proprie case, una diversa dall'altra, trasformate in deliziose e confortevoli suite.
Visita il sito ufficiale.

mercoledì 24 settembre 2014

Fondazione Centro Studi sulla Civiltà del Tardo Medioevo

La Fondazione Centro Studi sulla Civiltà del Tardo Medioevo di San Miniato è una delle istituzioni culturali tra le più accreditate nel suo settore.
Nel corso della sua trentennale attività, ha promosso lo studio delle discipline storiche del medioevo, delineando la sua specifica vocazione per lo studio del periodo storico tra i più significativi nella storia dell'Occidente europeo: il tardo medioevo.
Scriveva infatti Paolo Brezzi in una lettera datata 13 giugno 1986, letta in occasione della presentazione del primo volume degli Atti dei Convegni: "Un caratteristica del nuovo Centro [...] vuole essere quella di non chiudersi solamente nell'ambito di una storiografia unilateralmente intesa come avviene di solito [...], bensì di allargare i suoi interessi di studio a tutto l'arco della realtà, dalla politica interna alle relazioni internazionali, dal diritto all'economia, all'agricoltura e al commercio, dall'amministrazione all'urbanistica, dalla letteratura all'arte, dalla filosofia ai movimenti religiosi, dalla musica al teatro".
Questo lo spirito che si è mantenuto nel tempo, e che ha portato a svolgere nel corso degli anni molteplici attività scientifiche su molteplici tematiche: dai convegni a cadenza biennale e la relativa stampa degli atti, ai seminari sulle fonti a cadenza annuale con borse di studio dedicati ai giovani studiosi e ricercatori, fino alle giornate di studio e ai corsi di aggiornamento per gli insegnanti.

martedì 23 settembre 2014

Cosmati

Questo sito, il primo al  mondo specifico sull'argomento, è  dedicato all'arte cosiddetta "cosmatesca", una particolare forma artistica che si sviluppò in alcune botteghe di artisti marmorari romani principalmente tra la seconda metà del XII e la prima metà del XIII secolo. Cosma si chiamavano alcuni di questi maestri (lo sappiamo grazie alle firme che hanno inciso sulle loro opere e che oggi possiamo leggere in vari luoghi) per cui ad iniziare dalla fine del diciottesimo secolo tale arte venne etichettata come "cosmatesca".
L'intento è quello di offrire una  panoramica di studi  specifica sui pavimenti cosmateschi,  impreziosita oltre che dalla documentazione storica, dalle bellissime immagini che più di ogni altra parola possono meravigliare il lettore.

martedì 16 settembre 2014

Mirabile, archivio digitale della cultura medievale

MIRABILE è un knowledge management system per lo studio e la ricerca sulla cultura medievale promosso dalla Società Internazionale per lo Studio del Medioevo Latino e dalla Fondazione Ezio Franceschini di Firenze, in collaborazione con altri enti.
Oltre ai contenuti dei DB romanzi, e agiografici, dei progetti TRAMP, ROME, ABC e TETRA, nel DB latino si offrono in consultazione libera:
- la bibliografia relativa ai manoscritti per gli anni 2009-2011
- un indice di autori medievali, opere e manoscritti derivato da MEL, BISLAM e CALMA. L'indicizzazione in costante incremento comprende i volumi MEL XXV-XXXIV.

venerdì 5 settembre 2014

Medievalia Faicchio

Il sito ufficiale della manifestazione che si svolge a Faicchio (BN).
Venite ad immergervi in uno scenario unico ed indimenticabile, nell’intricata architettura di uno splendido borgo, tra costumi medievali, cortei e antichi guerrieri. Partecipate alla sfida senza tempo tra otto contrade che bramano di vedere il proprio vessillo issato sulla torre del Castello. Infine sedete col Duca al banchetto medievale, i gustosi piatti di un tempo allieteranno il vostro palato e abili artisti rallegreranno il vostro spirito.

mercoledì 27 agosto 2014

Il blog di Francesca Vaglienti

Il blog, curato dalla Prof.ssa Francesca Vaglienti, docente di Storia Medievale presso l’Università degli Studi di Milano (Dipartimento di Scienze della Storia e della documentazione storica), si rivolge principalmente agli studenti del Corso di Storia medievale per Scienze dei Beni Culturali dell'Università degli Studi di Milano. Ovviamente, si dà il benvenuto anche a tutti coloro che, appassionati di storia medievale, intendono approfondire la materia. A tutti i visitatori del blog, pertanto, i migliori auguri di una navigazione soddisfacente...

mercoledì 23 luglio 2014

Viaggi Medievali

Viaggi Medievali è un portale ideato e curato da Francesco Frigida che ci conduce alla scoperta di città, borghi, monasteri e molto altro. Suddiviso in diverse aree tematiche, propone città d'arte, borghi d'Italia, paesi scomparsi, luoghi spirituali, eventi e manifestazioni. Una grafica semplice, ma accattivante e tante belle immagini realizzate dall'autore che di se dice tra l'altro: "Sono un appassionato di piccoli borghi, castelli e rievocazioni storiche. Inoltre, amo la natura e l’escursionismo. Ogni volta che faccio delle uscite porto sempre con me la macchina fotografica che mi permette di immortalare i luoghi più caratteristici dei miei viaggi".
Visita il sito: www.viaggimedievali.com.

lunedì 21 luglio 2014

Inhonesta Mercimonia

Inhonesta Mercimonia è un gruppo di Ricostruzione Storica di metà '300 di Cividale del Friuli (UD).
La formazione di Inhonesta Mercimonia, nasce nel 2013 dalla volontà di alcuni dei suoi membri per ricreare, il quadro suddetto nel Friuli Patriarcale, nel periodo compreso tra il patriarcato di Bertrando di San Genesio (patriarca dal 1334 al 1350) e i primi anni del patriarcato di Marquardo von Randeck (patriarca dal 1365 al 1381). I suoi membri, della più varia estrazione scolastica (geometri, laureati in storia dell'arte medievale, laureandi in lingue, laureandi in scienze storiche, tecnici informatici ecc) condividono la passione per la riscoperta della sapienza manuale, della conoscenza empirica che guidava le mani e le menti degli uomini e delle donne nel '300; a maggior ragione in un tempo in cui tutto è usa e getta, ridare valore al lavoro attraverso l'artigianato è un valore aggiunto alla nostra passione. La scelta del nome, "invece" è assai più frivola, seppur non spoglia di un senso storico ben definito (si veda l'ideologia cristiana che accompagna i secoli, in particolar modo quelli posteriori al XII°, in merito al soldo, al guadagno e alle attività commerciali e artigianali). L' idea di utilizzare Inhonesta come parte del nome che ci caratterizza, nasce dall'idea - radicata in maniera più tangibile all'estero - di Living History come di un'attività in cui ci si sporca le mani, attraverso il lavoro - ma sempre guidati dalla ricerca - per comprendere al meglio la vita quotidiana dell'epoca, anche, ma non solo, di quelli che qualche storico definì e definisce tutt'oggi come facenti parte delle categorie infamanti della società medievale (si vedano i testi di J. Le Goff e di G. Todeschini, seppur su alcuni punti i due storici non concordano). La mano sinistra, eterno simbolo della "devianza" è stata presa proprio per questo motivo, come simbolo.
Visita il sito: www.inhonestamercimonia.com.